La rete Adessonews è un aggregatore di news è pubblica gli articoli senza fini di lucro ma con finalità di critica, discussione od insegnamento, come previsto dall’art. 70 legge sul diritto d’autore e art. 41 della costituzione Italiana.  Puoi richiedere la rimozione o inserimento degli articoli  in qualsiasi momento clicca qui.  Al termine di ciascun articolo puoi individuare la provenienza.

Cerca: Agevolazioni Finanziamenti Norme e Tributi sulla rete ADESSONEWS

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in posts
Search in pages
Filter by Categories
#adessonews
Nostri Servizi

Mutui passivi: scritture in partita doppia

Finanziamenti - Agevolazioni - Norme - Tributi

Operativi su tutto territorio Italiano

 

Vediamo,
attraverso il ricorso ad un esempio, quali sono le <b> scritture</b> in <b> partita
doppia</b> che occorre redigere con riferimento ad un <b><a href="http://www.marchegianionline.net/appro_107.htm"> mutuo
passivo</a></b> nel caso di imprese che valutano i debiti con il criterio
del <b>valore nominale</b>. </p>

<p>Ricordiamo
che la valutazione al valore nominale si può avere:</p>
<ul><li>
    <p>nelle
    imprese che redigono il <b><a href="http://www.marchegianionline.net/appro_1296.htm">bilancio
    in forma abbreviata</a></b>;</p></li>
</ul><ul><li>
    <p>nelle
    imprese che redigono il bilancio in forma ordinaria quando gli <b>effetti</b>
    della valutazione al <a href="http://www.marchegianionline.net/appro_1460.htm">costo
    ammortizzato</a> sono<b> irrilevanti</b>, cosa che
    accade se i costi di transazione, le commissioni pagate tra le parti e
    ogni altra differenza tra valore iniziale e valore alla scadenza sono di
    scarso rilievo.</p></li>
</ul>

<p><i>Esempio:
</i></p>
<p><i>in
data 1/5 dell’anno x l’impresa Rossi Srl contrae un mutuo con la propria
banca per l’importo di 100.000 euro al tasso del 6% fisso. 
</i></p>
<p><i>Gli interessi
devono essere pagati semestralmente in via posticipata l’1/5 e l’1/11 di
ogni anno. 
</i></p>
<p><i>Il
rimborso del mutuo verrà effettuato alla scadenza del prestito. 
</i></p>
<p><i>La
banca trattiene 4.000 euro a titolo di <a href="http://www.marchegianionline.net/appro_748.htm"> spese di istruttoria e
accessorie</a>.

</i></p>
<p><i>Su
ogni operazione sono addebitati all’impresa 3 euro di spese.
</i></p>


<p>In
data <b>1/5 dell’anno x</b> occorre registrare l’<b>ottenimento del <a href="http://www.marchegianionline.net/appro_747.htm">
mutuo</a></b> da parte dell’impresa:</p>

<table><tr><td>
      <p>Diversi
      </p>
    </td>
    <td>
      <p>a
      </p>
    </td>
    <td>
      <p>Mutui
      passivi
      </p>
    </td>
    <td>

    </td>
    <td>
      <p>100.000
      </p>
    </td>
  </tr><tr><td>
      <p>Banca
      c/c
      </p>
    </td>
    <td>

    </td>
    <td>

    </td>
    <td>
      <p>96.000
      </p>
    </td>
    <td>

    </td>
  </tr><tr><td>
      <p>Spese
      istruttoria mutuo
      </p>
    </td>
    <td>

    </td>
    <td>

    </td>
    <td>
      <p>4.000
      </p>
    </td>
    <td>

    </td>
  </tr></table>


<p>In
data <b>1/11 dell’anno x</b> si procede al <b>pagamento degli interessi</b>.</p>
<p>Il
tasso di interesse è pari al 6%. Ovviamente andrà calcolato l’interesse
per 6 mesi.</p>

<p><i>Interesse
da pagare: (100.000 € x 6 x 6 mesi)/1.200 = 3.000 €.</i></p>

<p>Occorrerà
anche tenere presente che ogni operazione comporta l’addebito di 3 euro di
spese. Quindi la scrittura da redigere sarà:</p>

<table><tr><td>
      <p>Diversi
      </p>
    </td>
    <td>
      <p>a
      </p>
    </td>
    <td>
      <p>Banca
      c/c
      </p>
    </td>
    <td>

    </td>
    <td>
      <p>3.003
      </p>
    </td>
  </tr><tr><td>
      <p>Interessi
      passivi su mutui passivi
      </p>
    </td>
    <td>

    </td>
    <td>

    </td>
    <td>
      <p>3.000
      </p>
    </td>
    <td>

    </td>
  </tr><tr><td>
      <p>Oneri
      bancari
      </p>
    </td>
    <td>

    </td>
    <td>

    </td>
    <td>
      <p>3
      </p>
    </td>
    <td>

    </td>
  </tr></table>


<p>Al
<b>31/12 dell’anno x</b>  occorre imputare all’esercizio gli <b>interessi
passivi</b>  che vanno dal periodo <b>1/11 al 31/12</b> che sono di <a href="http://www.marchegianionline.net/appro_33.htm">
competenza</a> dell’esercizio, ma che verranno pagati nell’esercizio
successivo in data 1/5. Pertanto occorre redigere una scrittura con la quale
viene rilevato il <b><a href="http://www.marchegianionline.net/appro_395.htm">rateo passivo</a></b> 
così determinato:</p>

<p><i>interesse
annuo: (100.000 x 6)/100 = 6.000</i></p>

<p><i>12
mesi: 6.000 interesse annuo = 2 mesi (1/11 – 31/12) : x interessi</i></p>

<p><i>x
= (6.000 x 2)/12 = 1.000  </i></p>


<table><tr><td>
      <p>Interessi
      passivi su mutuo passivo
      </p>
    </td>
    <td>
      <p>a
      </p>
    </td>
    <td>
      <p>Ratei
      passivi 
      </p>
    </td>
    <td>

    </td>
    <td>
      <p>1.000
      </p>
    </td>
  </tr><tr><td>

    </td>
    <td>

    </td>
    <td>

    </td>
    <td>

    </td>
    <td>

    </td>
  </tr></table>
<p>Sempre
al
<b>31/12 dell’anno x</b>  occorre rilevare il <b><a href="http://www.marchegianionline.net/appro_398.htm">risconto
attivo</a></b> relativo alle <a href="http://www.marchegianionline.net/appro_748.htm"> spese di
istruttoria</a>:</p>


<table><tr><td>
      <p>Risconti
      attivi
      </p>
    </td>
    <td>
      <p>a
      </p>
    </td>
    <td>
      <p>Spese istruttoria mutui
      </p>
    </td>
    <td>

    </td>
    <td>
      <p>3.463
      </p>
    </td>
  </tr><tr><td>

    </td>
    <td>

    </td>
    <td>

    </td>
    <td>

    </td>
    <td>

    </td>
  </tr></table>
<p>L'importo
è stato ottenuto impostando la seguente proporzione:</p>

<p><i>1.825
giorni : 245 giorni = 4.000 euro : x</i></p>

<p><i>x
= 537 spese di istruttoria di competenza dell'esercizio</i></p>

<p><i>4.000
- 537 = 3.463 </i><i>costo da rinviare
agli esercizi successivi. </i></p>





<p>In
data <b>1/5 dell’anno x+1</b> l’impresa Rossi Srl pagherà l’interesse
relativo al secondo semestre. L’interesse da versare sarà quello relativo
ad un semestre, quindi sarà pari a 3.000 euro. Tuttavia di questi 3.000
euro, 1.000 sono di competenza dell’esercizio x nel quale sono stati
rilevati tramite il rateo passivo. Quindi occorrerà rilevare un’uscita
finanziaria pari a 3.000 euro, mentre il costo di competenza da registrare
sarà pari a soli 2.000 euro. Ovviamente si dovrà sempre tenere conto dei 3
euro di spese da sostenere.</p>
<p>Per
questa ragione la scrittura che redigeremo sarà la seguente:</p>

<table><tr><td>
      <p>Diversi
      </p>
    </td>
    <td>
      <p>a
      </p>
    </td>
    <td>
      <p>Banca
      c/c
      </p>
    </td>
    <td>

    </td>
    <td>
      <p>3.003
      </p>
    </td>
  </tr><tr><td>
      <p>Interessi
      passivi su mutuo passivo
      </p>
    </td>
    <td>

    </td>
    <td>

    </td>
    <td>
      <p>2.000
      </p>
    </td>
    <td>

    </td>
  </tr><tr><td>
      <p>Ratei
      passivi
      </p>
    </td>
    <td>

    </td>
    <td>

    </td>
    <td>
      <p>1.000
      </p>
    </td>
    <td>

    </td>
  </tr><tr><td>
      <p>Oneri
      bancari
      </p>
    </td>
    <td>

    </td>
    <td>

    </td>
    <td>
      <p>3
      </p>
    </td>
    <td>

    </td>
  </tr></table>

<p>In
data <b>1/11 dell’anno x+1</b> si dovrà procedere, nuovamente, al
pagamento dell’interesse semestrale. </p>

<p>La
scrittura da redigere, quindi, sarà:</p>

<table><tr><td>
      <p>Diversi
      </p>
    </td>
    <td>
      <p>a
      </p>
    </td>
    <td>
      <p>Banca
      c/c
      </p>
    </td>
    <td>

    </td>
    <td>
      <p>3.003
      </p>
    </td>
  </tr><tr><td>
      <p>Interessi
      passivi su mutuo passivo
      </p>
    </td>
    <td>

    </td>
    <td>

    </td>
    <td>
      <p>3.000
      </p>
    </td>
    <td>

    </td>
  </tr><tr><td>
      <p>Oneri
      bancari
      </p>
    </td>
    <td>

    </td>
    <td>

    </td>
    <td>
      <p>3
      </p>
    </td>
    <td>

    </td>
  </tr></table><p>Al <b>31/12 dell'anno
x+1</b> si dovrà procedere nuovamente a rilevare sia il rateo passivo
relativo agli interessi che il risconto attivo relativo alle spese di
istruttoria.

Il rateo
passivo sarà sempre relativo al periodo 1/11 – 31/12, e quindi, sarà
dello stesso importo dell’anno precedente. Pertanto avremo:

<table><tr><td>
      <p>Interessi
      passivi su mutuo passivo
      </p>
    </td>
    <td>
      <p>a
      </p>
    </td>
    <td>
      <p>Ratei
      passivi 
      </p>
    </td>
    <td>

    </td>
    <td>
      <p>1.000
      </p>
    </td>
  </tr><tr><td>

    </td>
    <td>

    </td>
    <td>

    </td>
    <td>

    </td>
    <td>

    </td>
  </tr></table>
<p>Il
risconto attivo relativo alle spese di istruttoria sarà registrato con la
scrittura:</p>



<p>L'importo
è stato ottenuto impostando la seguente proporzione:</p>

<p><i>1.825
giorni : 365 giorni = 4.000 euro : x</i></p>

<p><i>x
= 800 spese di istruttoria di competenza dell'esercizio.</i></p>


<p>L'ammortamento
delle spese di istruttoria integra o rettifica gli interessi passivi e ne
segue la medesima classificazione nel Conto economico.</p>



<p>Alla
scadenza del prestito si procederà a rilevare il rimborso del mutuo con la
scrittura:</p>

<table><tr><td>
      <p>Mutui
      passivi
      </p>
    </td>
    <td>
      <p>a
      </p>
    </td>
    <td>
      <p>Banca
      c/c 
      </p></td>
    <td>

    </td>
    <td>
      <p>100.000</p>
    </td>
  </tr><tr><td>

    </td>
    <td>

    </td>
    <td>

    </td>
    <td>

    </td>
    <td>

    </td>
  </tr></table>

Source

Finanziamenti - Agevolazioni - Norme - Tributi

Operativi su tutto territorio Italiano

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: